COVID 19 e cantieri edili, tutte le informazioni necessarie

Corona Virus Cantieri edili

Linee guida per affrontare l’emergenza Covid19: quali cantieri chiudere? Come organizzare le attività sui cantieri?

Finalmente il tanto atteso decreto è arrivato. Dal DPCM del 22 marzo 2020 sono emerse nuove informazioni relativamente ai cantieri edili, indicazioni concrete su quali attività sospendere e quali far continuare. Si è parlato inoltre del ruolo del Coordinatore del cantiere e delle linee guida per limitare la diffusione del Coronavirus. Vediamo tutte queste nuove indicazioni in modo più approfondito.

Il primo passo necessario da fare è definire l’attività intrapresa in un cantiere edile in quanto ci sono attività definibili “ordinarie” che possono essere sospese e attività strettamente necessarie alla collettività che perciò sono ritenute NON sospese.

Il cantiere è autorizzato a proseguire l’attività?

Per capire se il cantiere è autorizzato è necessario fare riferimento ai codici Ateco posseduti dalle aziende impiegate.

  1. Non sono sospese perché ritenute strategiche in quanto attinenti a lavori di ingegneria civile (cod. 42) come le opere di costruzione di strade, autostrade e piste aeroportuali; costruzione di linee ferroviarie e metropolitane; costruzione di ponti e gallerie; costruzione di opere di pubblica utilità per il trasporto di fluidi; costruzione di opere di pubblica utilità per l’energia elettrica e le telecomunicazioni; costruzione di opere idrauliche; altre attività di costruzione di altre opere di ingegneria civile; installazione di impianti elettrici, idraulici e altri lavori di installazione di costruzione.
  2. Sono sospese opere considerate “ordinarie” come: costruzione di edifici e le attività che riguardano lo sviluppo di progetti immobiliari senza costruzione (codice 41); la costruzione di edifici residenziali e non residenziali (codice 41.20.00); la demolizione e preparazione del cantiere edile (codice 43.10); la preparazione del cantiere edile e la sistemazione del terreno (codice 4312); il completamento e finitura di edifici (codice 43.30); altri lavori specializzati di costruzione, come ad esempio le coperture (codice 43.90).

Coordinatore del cantiere: il suo ruolo nell’emergenza Coronavirus

Il Coordinatore del cantiere ha lo scopo di verificare in quale categoria rientra il cantiere supervisionato. Se l’opera non è sospesa, il Coordinatore per la sicurezza in fase di esecuzione deve provvedere ad adeguare il Piano di sicurezza e coordinamento. Il Coordinatore deve inoltre:

  1. Verificare che le misure anti-contagio siano correttamente applicate
  2. Se non applicate in alcune fasi di lavoro, il Coordinatore in esecuzione dovrà provvedere a informare il Committente dell’obbligo di sospensione delle fasi o sotto fasi o lavorazioni non attuabili, o dell’obbligo di sospensione dell’intero cantiere (art. 90 comma 1). Prima di sospendere un’attività è necessaria la messa in sicurezza dell’area o delle opere o della porzione di cantiere.

Una volta identificata la tipologia di cantiere, il MIT ha emesso alcune misure da attuare sul cantiere per contrastare la diffusione del Covid19:

  1. mantenimento della distanza interpersonale di almeno 1 metro e utilizzo dei dispositivi di protezione individuale (DPI)
  2. limitazione degli spostamenti all’interno e all’esterno del cantiere, con contingentamento degli accessi agli spazi comuni
  3. massimo utilizzo da parte delle imprese di modalità di lavoro agile per le attività di supporto al cantiere che possono essere svolte dal proprio domicilio o in modalità a distanza

Per tutti i professionisti del settore potete visionare il Vademecum (clicca qui) redatto a seguito dei DPCM 9 marzo e 11 marzo 2020, modificato ed integrato a seguito della pubblicazione del protocollo condiviso per i luoghi di lavoro il 14 marzo 2020, del decreto “Cura Italia” DL n.17 marzo 2020 e del protocollo condiviso per i cantieri del 19 marzo 2020.

Se avete bisogno di maggiori dettagli potete contattarci, siamo sempre operativi per offrire un supporto concreto ai nostri clienti e colleghi.