Bonus casa 2022: novità approvate nella Manovra

Bonus 2022: novità e misure approvate in Manovra

Quali bonus casa saranno mantenuti nel 2022? Cosa è stato prorogato, cosa modificato e cosa è stato introdotto? Facciamo chiarezza!

La Legge di Bilancio 2022 è stata approvata dalla Camera con 414 voti a favore, 47 contrari e 1 un astenuto. Il testo finale è quindi il medesimo approvato in Senato. Ecco quali sono le novità riguardanti i bonus casa previsti dalla Manovra 2022, pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 31 dicembre 2021.

Confermato il superbonus fino a fine 2022 per i lavori eseguiti su edifici e villette unifamiliari, mentre se i lavori riguardano edifici condominiali la proroga è prevista fino al 2025.
Bonus Ristrutturazione, Ecobonus, Sismabonus saranno prorogati fino al 31 dicembre 2024. Il Bonus Facciate invece avrà validità solo per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2022, ma sono state ridotte le soglie: infatti, la detrazione non sarà più del 90% ma del 60%.

Queste, in sintesi, le novità in materia di bonus edilizi, ma andiamo a vedere più nel dettaglio tutte le opportunità che si possono cogliere per migliorare un’unità abitativa.

Quali sono i bonus e cosa prevedono

Vediamo nel dettaglio quali sono i Bonus e le misure presentate nella Manovra 2022 e cosa prevedono:

  • Superbonus
  • Bonus Facciate
  • Bonus Mobili
  • Ecobonus
  • Sismabonus
  • Bonus Idrico
  • Barriere Architettoniche

Superbonus

Con la Legge di Bilancio 2022, in merito al Superbonus al 110%, sono stati cancellati i riferimenti a tetti Isee, a limitazioni all’abitazione principale e a termini di comunicazione della Cila. Il Bonus è stato inoltre esteso anche alle case unifamiliari.
L’unico vincolo previsto per il Superbonus 110% è la realizzazione di almeno il 30% dei lavori previsti entro e non oltre il 30 giugno 2022.

Bonus Facciate

Con la Manovra 2022 Il Bonus Facciate è stato prorogato fino al 31 dicembre. Tuttavia, la detrazione scenderà dal 90% al 60%. La riduzione è prevista per gli interventi che non sono di efficientamento energetico.
Il Bonus Facciate, infatti, spetta anche a chi decide di fare interventi esclusivamente mirati al restauro di balconi, cornicioni, fregi e ornamenti, senza l’obiettivo di ottenere un migliore efficienza energetica.

A partire dal 2023 si tornerà al bonus ristrutturazione al 50% oppure sarà necessario procedere con il rifacimento del cappotto energetico per poter ottenere l’Ecobonus al 65%.

Bonus Mobili

Come previsto dal testo della Manovra 2022, il Bonus Mobili è stato confermato, ma con tetto di spesa detraibile su mobili ed elettrodomestici fissato a 10 mila euro. Per ottenere l’agevolazione resta necessario operare una ristrutturazione.

Ecobonus

Viene riconfermato l’Ecobonus, l’incentivo che ha l’obiettivo di migliorare l’efficienza energetica degli edifici. Grazie a questo incentivo il proprietario dell’immobile, a fronte di un contributo corrispondente a un terzo o a metà della spesa, riceverà un aiuto dallo Stato, con aliquote prevalentemente del 50% o del 65%, sotto forma di detrazione fiscale in dieci anni.
Nel 2022 non sarà più obbligatoria l’asseverazione per gli importi fino a 10 mila euro.

Bonus 2022: novità e misure approvate in Manovra

Sismabonus

La Manovra 2022 ha prorogato le agevolazioni destinate alla detrazione Irpef o Ires delle spese sostenute per interventi antisismici. Le opere devono essere realizzate su edifici che si trovano nelle zone sismiche ad alta pericolosità 1 e 2 e nella zona 3 (rimane esclusa la sola zona 4).
L’incentivo è applicabile anche sugli edifici che non sono abitazione principale. Il tipo di agevolazione concessa cambia in base alla tipologia di immobile, unità singole o condomini, e al miglioramento della classificazione sismica. Per le prime lo sconto previsto è del 50, 60 o 70%, mentre per i condomini del 75 o all’85%.

Bonus Idrico

Con la Legge di Bilancio 2022 il Bonus Idrico è stato prorogato fino alla fine del 2023. Il bonus prevede un incentivo per l’acquisto e l’installazione di sistemi di filtraggio dell’acqua che permettono di ridurre il consumo di bottiglie di plastica.

Detrazione per barriere architettoniche

Una novità prevista dal governo è il bonus del 75% dedicato alle spese sostenute nel corso del 2022 per abbattere le barriere architettoniche. Il bonus serve per l’installazione ascensori o montacarichi e per gli interventi di automazione degli impianti degli immobili.

La detrazione non sarà più in 10 anni ma in 5 anni. I tetti previsti sono:

  • 50 mila euro per le singole unità immobiliari
  • 40 mila euro ad abitazione per i piccoli condomini
  • 30 mila euro per gli appartamenti nei palazzi oltre le otto unità

Vuoi ristrutturare un immobile e sei interessato a capire se puoi avvalerti dei bonus previsti dalla Manovra?

Contattaci valuteremo insieme la tua situazione e capiremo come procedere.