Ristrutturazione Bagno Bonus Barriere 75: le regole da seguire

Ristrutturazione Bagno Bonus Barriere - APprojectS

Ristrutturazione Bagno Bonus Barriere 75: le regole da seguire

Creare uno spazio in cui indipendenza e sicurezza sono al centro diventa una priorità inestimabile, specialmente quando si tratta del bagno, una zona critica in casa. Per chi affronta le sfide delle disabilità motorie, ristrutturare il bagno non è solo un’esigenza pratica, ma un passo significativo verso un ambiente più accessibile.

In questo contesto, il Bonus Barriere Architettoniche al 75% emerge come un valido sostegno per coloro che desiderano trasformare il proprio bagno in un luogo che favorisce l’autonomia e la qualità della vita.

Ristrutturazione bagno bonus barriere: a chi è rivolta la detrazione e in cosa consiste?

Il Bonus Barriere è un’iniziativa progettata per sostenere chiunque abbia la necessità di realizzare lavori che rendano il bagno accessibile alle persone con disabilità. Questo incentivo non distingue tra privati cittadini e imprese, aprendo le porte dell’accessibilità a un ampio spettro di destinatari.

Ristrutturazione Bagno Bonus Barriere: gli interventi ammessi

Il Bonus Barriere può coprire fino al 75% delle spese sostenute per migliorare l’accessibilità al bagno. Questo include interventi come l’installazione di ascensori o montascale, la creazione di porte più ampie per consentire il passaggio di una sedia a rotelle, e l‘adozione di sanitari specifici per persone con disabilità motoria.
Anche lavori come la posa di nuovi pavimenti o ulteriori migliorie possono rientrare nel bonus, offrendo una copertura ampia e flessibile.

Ma entriamo nello specifico e vediamo le regole da seguire per poter usufruire di questo bonus.

Le regole da adottare per la ristrutturazione bagno con bonus barriere

Nel contesto della ristrutturazione del bagno, le indicazioni specifiche da seguire per ottenere servizi conformi sono analoghe a quelle attualmente integrate nella progettazione delle nuove costruzioni. Il D.M. 236/1989 richiede esplicitamente l’assicurazione dello spazio adeguato per le manovre di una sedia a rotelle, imponendo queste caratteristiche:

  • i sanitari siano sospesi
  • il lavandino sia senza colonna, con sifone preferibilmente accostato o incassato a parete, posto a 80 cm dal pavimento
  • i rubinetti siano dotati di miscelatore a leva
  • la doccia sia a pavimento con sedile ribaltabile e doccia a telefono a disposizione
  • la porta si apra verso l’esterno.

Ristrutturazione Bagno Bonus Barriere: affidati ad APprojectS

La rimozione delle barriere architettoniche non è solo una necessità pratica, ma rappresenta anche un atto di inclusione e rispetto. Un bagno accessibile non solo facilita la vita quotidiana delle persone con disabilità, ma contribuisce anche a creare una società più aperta e consapevole.

Per coloro che desiderano sfruttare appieno il Bonus Barriere e trasformare il proprio bagno in uno spazio accogliente e accessibile, il nostro Studio Tecnico di Progettazione APprojectS a Milano si pone come partner ideale. Con oltre 10 anni di esperienza nel guidare progetti che incorporano standard di accessibilità, offriamo competenza e dedizione per garantire risultati eccellenti.

Contattaci per richiedere maggiori informazioni sulla ristrutturazione bagno bonus barriere.