Piazzale Loreto, come diventerà in vista delle Olimpiadi

Un render che mostra come sarà il nuovo Piazzale Loreto dall'alto

Il Comune di Milano ha deciso di approfittare delle imminenti Olimpiadi per “rifarsi il look”. Tra i tanti luoghi che subiranno un netto rinnovamento, c’è anche Piazzale Loreto.

Piazzale Loreto, un luogo storico

Piazzale Loreto è situato al termine di corso Buenos Aires e all’inizio di viale Monza e via Padova. Il nome Loreto si deve alla chiesa dedicata alla Madonna di Loreto, nome che resistette anche una volta abbattuto il santuario.

A livello storico è però un altro l’evento che fa ricordare subito il nome di questo piazzale. Il 28 aprile 1945 furono esposti in questo piazzale i cadaveri di Benito Mussolini, Claretta Petacci e altri diciotto gerarchi della Repubblica Sociale Italiana. Questo fu un atto in risposta a quello che fecero i nazifascisti quasi un anno prima (il 10 agosto del 1944) fucilando, e lasciando esposti al pubblico, quindici partigiani.

Per un breve periodo storico il luogo venne chiamato “Piazzale dei quindici martiri”, prima di tornare al suo nome più conosciuto.

Piazzale Loreto addio, arriva LOC

Con l’idea di mettere una pietra sopra a un luogo che porta ricordi piuttosto tetri, il Comune di Milano ha inserito Piazzale Loreto tra le sette aree del bando internazionale promosso con C40 nel 2020, insieme al Nodo Bovisa, a Crescenzago, all’ex Macello, alle palazzine Liberty, a via Monti Sabini e allo scalo di Lambrate.

Nel 2021 sono stati annunciati i vincitori del bando (il gruppo Nhood Services Italy) e la rivoluzione che rinnoverà definitivamente il piazzale, facendo nascere LOCLoreto Open Community.

Un render con il progetto del nuovo Piazzale Loreto

Copyright: loretoopencommunity.com

Una rivoluzione green

Come ha scritto Artribune, Piazzale Loreto da trafficatissimo incrocio stradale diventerà una nuova agorà green in vista delle Olimpiadi.

All’interno del piazzale, infatti, nascerà un grande spazio verde con gradoni, oltre un chilometro di percorsi ciclopedonali, giochi d’acqua e stazione di bike sharing. In pratica, un territorio che dovrebbe essere vissuto dai cittadini come una “piazza-penisola”, grande quasi 10.000 metri quadri perfettamente fruibile.

Oltre allo spazio verde verrà costruita una piazza concepita come un anfiteatro, luogo potenzialmente ideale per concerti, manifestazioni, mercati e attività sportive. In più saranno realizzati tre edifici destinati ad attività commerciali e uffici.

Una nuova penisola verde

La rivoluzione dell’ex Piazzale Loreto passerà anche attraverso la piantumazione di trecento alberi tra l’area, lungo via Padova e viale Monza. I tetti degli edifici saranno configurati come giardini e verranno aperti al pubblico.

Tutto questo dovrebbe servire a creare un micro-clima con una temperatura di circa 6° minore rispetto a quella percepita.

Render del progetto del nuovo Piazzale Loreto in vista delle Olimpiadi

Copyright: loretoopencommunity.com

Hub e tempistiche

Il via ai lavori verrà dato nell’autunno di quest’anno. Il mese scorso è nato l’hub LOC 2026, uno spazio di dibattito pubblico – aperto dal martedì alla domenica – al servizio di cittadini e associazioni per co-progettare la Loreto Open Community. In questo spazio verranno anche organizzati incontri gratuiti su architettura, mobilità e verde urbano.

La conclusione dei lavori è prevista per febbraio 2026, poco prima dell’apertura dei Giochi Olimpici.

Per avere ulteriori informazioni e vedere il progetto con attenzione si può visitare il sito di LOC 2026.